Posts tagged ‘podcast’

RocketBoom sigla l’accordo con Sony

Rocketboom ha firmato un importante accordo con Sony, che ha acquistato i diritti di distribuzione e l’esclusiva per la vendita di spazi pubblicitari relativi allo show.
E’ un accordo da un milione di dollari, che accontenta entrambe le parti: Andrew Baron può concentrarsi sulla creazione dei contenuti; Sony acquista un contenuto con un pubblico già fidelizzato, rafforzando la sua strategia editoriale, in forte in espansione.
Rocketboom verrà pertanto distribuita su Crackle.com, PSP, PS3, Sony Bravia, ma potrà rimanere anche sulle piattaforme attuali (YouTube, iTunes, TiVo), così come rimarrà intatto il sito originale.
Non è la prima volta che Rocketboom prova a intrecciare partnership per agganciare inserzionisti, ma finora nessuno, dice Andrew Baron sul blog, è stato in grado di gestire le diverse presenze online dello show.
Sony ha evidentemente la competenza di intraprendere strategie multipiattaforma e la forza di garantire un margine economico agli autori. A questo proposito Erick Schonfeld su TechCrunch ha osservato: “The deal does raise the question, though, of whether Web video startups can thrive as independent entities or require the distribution muscle of a major media company to go mainstream”.

Chissà, magari un giorno non ci sarà bisogno di intermediari “muscolosi”, ma al momento è un ottimo segnale per le start up, poichè indica la disponibilità del mercato a investire nei nuovi contenuti. Complimenti a Andrew Baron, Joanne Colan e tutto il team di RocketBoom!

Annunci

agosto 9, 2008 at 2:59 pm Lascia un commento

Non abbiamo più Facoltà di Frequenza

La facoltà di Siena ha deciso, dopo 8 anni di attività, di non rinnovare le frequenze FM assegnate alla radio Facoltà di Frequenza, primo esempio italiano di radio universitaria, da cui provengono, ad esempio, I Blogorroici, e AmiciMei.

La cosa più assurda è che si chiuderà anche lo streaming, poichè tutta l’attrezzatura tecnica era di proprietà del concessionario delle frequenze, zittendo del tutto la voce della radio.

Un’esperienza che, paradossalmente, termina proprio nell’epoca della rivoluzione mediale, degli individui che diventano broadcaster, dell’accessibilità dei contenuti e della long tail.

Non so a voi, ma a me il mondo accademico risulta sempre più oscuro…..

giugno 17, 2008 at 3:59 pm 3 commenti


Categorie

Feeds

il pubblico editore