Posts filed under ‘mobile’

YouTube/23: i tifosi si video-raccontano

YouTube ha lanciato un nuovo channel “verticale”, stavolta dedicato ai tifosi: in vista degli europei 2008 la piattaforma ha lanciato “23 giorni, il diario dei tifosi di youtube“: “il video più bello verrà presentato nella homepage di YouTube nel giorno della finale. Gli spezzoni dei migliori contributi, inoltre, verranno montati insieme fino a creare un video-blog degli Europei 2008”.
Tre le categorie sulle quali lavorare:
– tutto sul calcio: ricrea l’azione migliore del giorno
– tifosi in azione: dai festeggiamenti all’abbigliamento, la descrizione del tifoso
– reporter di calcio: per chi sarà in Svizzera o Austria ad assistere all’evento dal vivo.
Il tifo calcistico, si sa, è una passione che muove e unisce centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo, e in Italia è quasi una fede. Ma stavolta Youtube non arriva per primo: da più di un anno TBTV manda in onda sul canale sport dei videofonini La3 Tifosi 2.0, il programma fatto dai tifosi e corredato dal blog “tifografie“. Ogni puntata costruisce un mash up di contributi user generated: dalla curva, da casa o dal pub, i commenti della partita, tele-cronache improvvisate e surreali, imitazioni e tutto ciò che la creatività rende possibile.
Così come l’idea di un film ugc non è completamente nuova, ed è sempre TBTV l’avanguardia italiana, e non solo, di questo nuovo modo di fare cinema, che potremmo definire networked cinema: “Le mie elezioni“, “I miei mondiali”, “Il mio Paese 2.0“, ospiti al Bellaria Film Festival, sono produzioni che risalgono, rispettivamente, al 2006 e al 2008.
Questo mi fa ragionare su quanto la tempistica di un progetto innovativo sia un fattore cruciale per il suo successo e per la sua capacità di spostare in avanti la frontiera dei linguaggi e dei formati: è un peccato arrivare tardi, ma è un rischio anche arrivare troppo presto.
Complimenti a TBTV per aver saputo cogliere l’intuizione.

giugno 5, 2008 at 11:35 am 1 commento

Mobile: Killer Application del web 2.0

Il mobile sarà la killer application della tv 2.0? Dipende, dalle tecnologie e dai contenuti, certamente. Rispetto alla prima variabile le novità non mancano. La tecnologia MBMS, per esempio, promette di rendere i telefoni 3G in recettori di segnali sia broadcast che multicast sfruttando la rete UMTS esistente; Huawei e Qualcomm in collaborazione con Telecom Italia hanno appena realizzato il primo trial in Europa, affermando di aver raggiunto risultati migliori delle loro stesse previsioni. Più interessante, quantomeno perché già esistente, è Cellspin, un’applicazione che permette di pubblicare in maniera istantanea dal proprio cellulare direttamente sulle nostre pagine personali: facebook, flickr, myspace, il nostro blog. Tutto in pochi semplici passi, a dimostrazione del fatto che il social network è la killer application del web e, di conseguenza, di tutti i device in grado di connettersi, come conferma in un’intervista su Repubblica Affari e Finanza Mauro Del Rio, presidente di Buongiorno:”Google e il web sui nuovi cellulari sono importanti, ma Facebook o MySpace lo sono di più”.
Secondo un rapporto di Nielsen, alcuni dei maggiori siti raccolgono già gran parte del loro visite da cellulare, come AccuWeather.com, che riceve il 43% del suo traffico proprio da connessioni mobili. Jeff Herrmann, vice presidente di Mobile Media, Nielsen Mobile, ha commentato: “The data demonstrate that the mobile internet can not only increase the frequency of visits to a website, but also grow the overall size of the pie […] Publishers can now monetize their total cross-platform audience, and advertisers will better understand the efficiency and incremental value of mobile web traffic.”

Pare essersene accorta la Associated Press, che ha appena lanciato Mobile News Network, un servizio di news, sport e intrattenimento ottimizzati per iPhone e in grado di distribuire non solo testo e immagini, am anche video.
Vista la relativa novità del settore, la mobile marketing association ha pubblicato Mobile Advertising Guidelines, utile strumento per addentrarsi in questo territorio ancora tutto da esplorare. Interessanti anche i dati di eMarketer sugli investimenti nel mobile.

maggio 7, 2008 at 7:53 pm 2 commenti


Categorie

Feeds

il pubblico editore